Il gel unghie fa male?

La ricostruzione delle unghie in gel è la soluzione perfetta per avere un mese di manicure impeccabile senza alcun rischio di sbeccatura o smalto rovinato.

La nail art è ad oggi il trattamento estetico più richiesto in tutto il mondo da donne di ogni età ma questo non ha impedito la pioggia di critiche sul prodotto.

In tanti si chiedono se faccia bene o male ma tutti continuano a farle.

Cosa dice l’esperto di nail art?

Abbiamo chiesto all’esperto Giancarlo Guccione, nail artist professionista, e ci ha detto:

Il gel unghie fa male?

“ Il gel non ha pro e contro ed è consigliato a chiunque voglia unghie sempre in ordine, lunghe e resistenti. Il gel non ha controindicazioni e non fa male ma è consigliato a tutti, soprattutto a quelle persone che soffrono di onicofagia. Anche gli uomini che ne soffrono richiedono questo trattamento, opportunamente opacizzato e reso il più naturale possibile, per avere unghie sempre belle e a posto.

Anche le lampade non fanno male perché le mani vengono tenute li sotto per pochissimo tempo. Negli ultimi tempi le lampade UV sono state sostituite con quelle a LED, che non mandano alcun tipo di radiazione e il tempo di polimerizzazione è dimezzato.

 

Possiamo con certezza sfatare il mito della necessità di un Turn Over ogni 4-5 mesi, ovvero un mese senza gel per far respirare l’unghia. L’unghia naturale non respira! Non è necessario avere mesi di pausa. Quello che può provocare danni all’unghia è la rimozione del gel forzata o fatta male, infatti se la fresa o la lima si avvicina troppo all’unghia potrebbe intaccare lo strato di cheratina che protegge il letto ungueale. Perciò rivolgetevi solo ad onicotecniche specializzate e professionali.

La ricostruzione in gel è adatta a tutti?

Come ogni cibo che fa bene potrebbe essere allergizzate per tante persone anche il gel potrebbe avere controindicazioni per alcune persone. Vediamo insieme chi può farlo tranquillamente e chi dovrebbe evitare.

Il gel è adatto a tutte coloro che:

– desiderano avere unghie sempre al top senza pensare continuamente alla manicure;

– desiderano unghie più forti e resistenti senza rinunciare alla lunghezza estrema;

Il gel unghie fa male?

– soffrono di onicofagia e ma vorrebbero sfoggiare unghie sane e belle.

 

Il gel è controindicato per chi:

– è allergico alle sostanze utilizzate rischiando di andare incontro a Dermatite da contatto allergica e indebolendo la fragilità ungueale;

– ha unghie troppo deboli;

– desidera cambiare colore di smalto continuamente;

non ha tempo ad andare ogni tre settimane dall’estetista.

Miti da sfatare sulla ricostruzione delle unghie

In gravidanza si può fare la ricostruzione delle unghie? Questa è una delle domande che sentiamo più spesso perché si pensa possa fare male al bambino. Spesso quando non si trova una risposta convincente si finisce sempre per non farla. Ma qual’è la verità?

La verità è che il gel in se per se non fa male e non porta nessun danno al bambino, quello che può far male è il primer con base acida. Ma non vuol dire che non si possa fare il trattamento. Basta comunicare alla vostra onicotecnica di fiducia che siete in stato interessante e loro provvederanno nel mettere la base non acida risolvendo il problema. Stessa cosa vale durante il periodo d’allattamento perché la base acida potrebbe essere assorbito dal corpo andando a finire nel lette materno. Il primer a base non acida si può usare tranquillamente.

Un consiglio invece che diamo noi è quello di non fare la ricostruzione negli ultimi tre mesi di gravidanza perché, qualora dovreste fare un parto cesareo, è consigliabile avere le unghie pulite, senza neanche uno strato di smalto, in quanto stiamo parlando di un vero e proprio intervento chirurgico. Con il parto naturale si possono tenere ma come facciamo a sapere se il nostro bambino non si giri proprio all’ultimo?

La ricostruzione costa troppo?

In tanti pensano che la ricostruzione sia troppo cara e per questo rinunciano al trattamento. E’ vero? Possiamo dire che il prezzo varia da città a città, in alcuni posti può arrivare fino a 80-100 € la prima seduta e circa 40 € i ritocchi mentre da altre parti si può trovare anche un buon trattamento a soli 20-30 €.

Unghie e cattive abitudini domestiche

Tra le parti del corpo a cui prestiamo minore attenzione e che spesso maltrattiamo senza troppi riguardi ci sono le unghie. Eppure le mani sono il nostro biglietto da visita, e raccontano molto di ciò che siamo, della nostra personalità e della cura che dedichiamo a noi stessi: chi ha le unghie tutte mangiucchiate, per esempio, dà la sensazione di essere una persona ansiosa e che non è in grado di limitare i propri vizi, mentre in generale le mani sporche o trascurate destano un’impressione tutt’altro che positiva. Sono molti i comportamenti della nostra quotidianità che possono mettere a repentaglio la salute e la bellezza delle unghie.

Le pulizie di casa senza guanti

In molti casi, i detergenti di cui ci serviamo per le pulizie di casa contengono sostanze nocive per la nostra pelle: colpa dell’alcol e di agenti aggressivi che stressano le mani e le unghie in particolare. Esse, quindi, con il trascorrere del tempo diventano sempre più deboli, e così si rompono con più facilità. Per evitare che ciò accada, è sufficiente avere l’accortezza di mettere i guanti quando ci si cimenta nei lavori domestici.

Come lavare i piatti

Non dovremmo mai lavare i piatti senza guanti: nel momento in cui le mani rimangono per lungo tempo immerse dentro l’acqua, esse si gonfiano e si ammorbidiscono, a maggior ragione nel caso in cui l’acqua sia tiepida o calda. Ciò fa sì che esse siano più portate a rompersi. Non solo: gli stessi detersivi per piatti si caratterizzano per formulazioni che nascono per rimuovere il grasso e lo sporco più ostinato; ecco perché fanno seccare le unghie. Insomma, per lavare i piatti non si può fare a meno di un paio di guanti. Ancora più indicato è l’acquisto di una lavastoviglie, risolviamo il problema alla radice e tieniamo le mani al riparo da screpolature e irritazioni.

La manicure fai da te e gli strumenti utilizzati

Una manicure approfondita dovrebbe essere eseguita sempre da un professionista del settore: un estetista conoscere tutti gli accorgimenti che devono essere adottati per un lavoro impeccabile e che non dia origine a infezioni o lesioni, anche perché si avvale di strumenti specifici. Tutto quello che usiamo per la cura delle nostre unghie, anche quando optiamo per il fai da te, dovrebbe essere selezionato con la massima attenzione: le forbicine, per esempio, dovrebbero avere la punta arrotondata, mentre le lime dovrebbero presentare una grana molto fine ed essere in cartone. Dopo che la manicure è terminata, tutti gli strumenti devono essere disinfettati, o con delle salviettine ad hoc o all’interno di una pentola contenente acqua bollente e poche gocce di candeggina.

La respirazione delle unghie

Non dobbiamo stranirci quando ci viene detto che le unghie hanno bisogno di respirare: è questo il motivo per il quale non si dovrebbe eccedere con gli smalti. Le unghie, infatti, sono contraddistinte da un materiale poroso che non è molto adatto agli smalti, i quali contengono pigmenti colorati che contribuiscono a renderle secche e deboli penetrando negli strati in superficie. Se proprio non vogliamo fare a meno dello smalto, è consigliabile almeno lasciare le unghie nude per un po’ di tempo tra un’applicazione e quella successiva: un intervallo di tempo è più che sufficiente per consentire loro di respirare.

A proposito di smalti

Sempre rimanendo in tema di smalti, è opportuno evitare di impiegare quelli troppo aggressivi. Molti prodotti, infatti, sono concepiti per durare a lungo nel tempo e quindi presentano solventi irritanti come il DBP, la formaldeide o la canfora. Sono tutte sostanze dagli effetti non desiderabili, in quanto molto aggressive. Anche l’utilizzo dell’acetone dovrebbe essere limitato: meglio non abbondare, e comunque propendere per prodotti delicati e bio, che non sfaldano le superfici delle unghie.

copertura e decorazione mani e piedi

copertura e decorazione mani e piedi

copertura unghie con gel

Le mani di una donna sono molto importanti ma non sempre si trova il tempo di curarle con settimanali manicure, tanto meno si trova il tempo per effettuare pedicure periodiche.

Cura, benessere e bellezza delle unghie sono fondamentali e l’una compensa l’altra.

La nail art, ovvero l’arte del decorare le unghie, sta spopolando orma in tutto il mondo, qualsiasi sia l’età.

La copertura in gel è la soluzione!

Basta un piccolo strato di copertura gel è le tue unghie saranno sempre in ordine. E’ perfetto per tutti, soprattutto per chi non ha mai tempo di la fare la manicure o per chi non riesce a tenere lo smalto intatto per due giorni consecutivi a causa di determinati lavori.

Con la copertura e decorazione mani e piedi in gel potrai:

risparmiare tempo, invece di dover fare una manicure a settimana con il cambio dello smalto almeno ogni 3-4 giorni con il gel ti basterà una seduta al mese in quanto il gel avrà bisogno di un refill ogni 20-25 giorni;

– avere unghie sempre curate e impeccabili;

– avere unghie lunghe, forti e resistenti, con il gel si allungheranno in modo naturale e si formerà uno barriera che non farà rompere e spezzare l’unghia naturale;

non avere più smalto scheggiato, potrai tenere le mani a mollo o fare le pulizie di casa senza più avere il timore di rovinare lo smalto. Quest’ultima è la causa che porta moltissime donne a non mettere proprio lo smalto e non dover essere schiave della manicure.

Ci sono tecniche specifiche per avere una totale armonia tra mani e piedi: manicure e pedicure estetiche e curative, ricostruzione unghie con acrilico, copertura in gel, smalto semipermanente e decorazione artistiche.

Con il gel potrai decorare le tue unghie a piacimento perché il mondo della nail art è davvero vasto: sfoggia un look trasgressivo, fresco o dinamico a seconda dei periodi con forme, colori, disegni ed applicazioni.

copertura e decorazione mani e piedi

copertura unghie di mani e piedi

Impreziosire le unghie è un rito diffuso sin dagli antichi egizi!

Le unghie dei piedi si tende sempre a trascurarle perché abbiamo tutti un po’ la scusa delle scarpe chiuse, ma basta anche qui un leggero strato di gel per avere tutto l’anno piedi curati, belli, sani e sempre in ordine.

trattamenti onicofagia

Trattamenti Onicofagia

L’onicofagia, anche chiamata “Sindrome del mangiarsi le unghie”, è il rosicchiarsi delle unghie tipico delle persone affette da comportamenti nervosi compulsivi, per stress, agitazione o noia, e comprende anche la suzione del pollice, strapparsi le pellicine e mordersi le labbra.

L’onicofagia è uno sfogo inconscio, una condizione di disagio, è un’abitudine che porta a delle conseguenze.

Onicofagia cause e conseguenze

Ricostruzione unghie in caso di onicofagia

Ricostruzione unghie in caso di onicofagia

Rosicchiarsi le unghie, soprattutto se fatto per ansia o agitazione, porta al 90% dei casi dolore e sanguinamento fino ad arrivare all’arrossamento del letto ungueale. Quando le cuticole vengono rimosse in modo improprio si arriva ad avere infezioni batteriche o virali come onicomicosi, paronichia e patereccio. Inoltre si portano alla bocca tutti i batteri presenti sotto le unghie e non tarderanno ad arrivare afte, herpes fino a patologie dentali.

Dal punto di vista sociale, una persona con unghie rosicchiate e non curate appare timida e insicura, con mancanza di autostima e difficoltà a gestire rabbia e ansia.

Onicofagia rimedi e cure

Tenere le unghie corte potrebbe essere una soluzione così come l’applicazione di uno smalto trasparente amaro ma nei casi di onicofagia grave spesso sono sistemi che non funzionano. Quindi cosa fare? La ricostruzione unghie per onicofagia grave in gel o acrilico è la soluzione migliore.

Onicofagia ricostruzione, perché sceglierla

Ricostruzione delle unghie con acrilico

Ricostruzione delle unghie con acrilico

 

Le unghie in gel o acrilico hanno maggiore resistenza agli urti e grazie alla loro durezza è difficile mangiarle. Grazie all’uso di tip o all’allungamento fatto con cartine o fibra di seta le vostre unghie appariranno sane e belle come se non fossero mai state mangiare prima d’ora. Hanno una durata di 3-4 settimane prima di dover ricorrere al ritocco per eliminare l’antiestetica ricrescita e in un paio di mesi le unghie riacquisteranno la forma e la lunghezza giusta per le vostre mani.

Ricordate che le mani sono il primo biglietto da visita di una persona e la ricostruzione vi permetterà di avere unghie curate, sane e impeccabili in qualsiasi occasione. Inoltre potrete sbizzarrirvi con i colori e le decorazioni in base alla vostra fantasia.

allungamento letto ungueale

allungamento letto ungueale

Il desiderio di ogni donna è quello di avere unghie sane e belle con un letto ungueale rosa e proporzionato al dito. Spesso, a causa di difformità per incidenti, colorazione non uniforme e letto ungueale molto corto per l’onicofagia, ci vergogniamo delle nostre mani tentando di nasconderle il più possibile. Quindi cosa possiamo fare? L’allungamento letto ungueale serve proprio a questo!

Allungamento letto ungueale: rimedi e consigli

allungamento letto ungueale

allungamento letto ungueale

Per prima cosa è indispensabile smettere di mangiarsi le unghie per aumentare il letto ungueale. Il rosicchiare le unghie tenderà ad accorciare il letto sempre di più fino ad averlo così corto da far sembrare le dita corte e tozze.

Poi sarà necessario smettere di usare le unghie come fossero utensili da cucina perciò basta sollevare etichette, raschiare la colla e aprire gli anelli dei portachiavi con le unghie! Questo movimento, oltre ad accorciare il tetto danneggia notevolmente le unghie rendendole deboli e fragili quindi si spezzeranno più facilmente.

Prendete con regolarità le vitamine giuste come l’acido folico, la vitamina H,A e C, che favoriscono la crescita dei capelli e delle unghie sane e forti. Non occorre per forza acquistare gli integratori ma basta assumerle attraverso una corretta alimentazione: via libera a cereali integrali, banane, funghi, salmone, formaggi, pesce ,soia e agrumi!

Allungamento letto ungueale con la ricostruzione

allungamento letto ungueale con camouflage acrilico

allungamento letto ungueale con camouflage acrilico

Il camouflage serve proprio a questo tipo di problema: allungare il letto ungueale artificialmente trasformando unghie deboli, tozze e con un letto corto e rigato in unghie sane, belle, naturali, affusolate ed eleganti.

Il colore andrà scelto in base al colore della pelle rendendolo il più naturale possibile.

 

Anche chi ha sempre avuto il vizio di rosicchiare le unghie potrà sfoggiare un letto sano e forte senza più vergognarsi!

micropittura unghie

Micropittura Unghie

Micropittura Unghie Passo Passo

Sei interessata al mondo della Nail Art e vuoi sapere di più sulla tecnica della Micropittura? Sei nel posto giusto! Leggi l’articolo e scopri cos’è e come diventare una professionista.

Cos’è la Micropittura Unghie?

Quando si parla di “MICROPITTURA” ci si riferisce ad una specifica tecnica di decorazione unghie relativamente recente, che nell’ultimo periodo sta prendendo sempre più piede.
Questa tecnica super gettonata deve il proprio successo alla micro-dimensione dei disegni applicati sull’unghia, che dona a questa nail art un tocco decisamente particolare che la differenzia dal resto.


Micropittura Unghie


nail art micropittura

Per imparare e perfezionare la tecnica della micropittura su unghie è necessario frequentare gli appositi corsi tenuti da esperti del settore. Una volta frequentato e concluso il corso di micropittura sarai abilitata ad applicarla sulle tue clienti.

Se invece sei una cliente e non sai quali disegni o quali colori scegliere per la tua micropittura ecco di seguito alcuni degli esempi più in voga.

Nail art micropittura: Quale Scegliere?

Colori

Per quanto riguarda i colori adatti a questa particolare tecnica non ci sono dei veri e propri limiti, si basa tutto sul nostro gusto personale e al massimo in base alla stagione in cui ci troviamo.

Infatti, come in estate si scelgono spesso colori fluo e accesi, in primavera si è propensi ad optare per colori pastello con totalità più tenue ed in autunno e inverno colori tendenzialmente scuri.

Disegni

Parlando dei micro disegni da applicare sulle nostre unghie apriamo un vero e proprio vaso di pandora: infatti, l’unico limite di stile e soggetto del disegno è la nostra fantasia.


micropittura fiori


Micropittura Unghie

Quali sono gli stili più IN del momento?

Micropittura Unghie

come rimuovere ricostruzione unghie

Come Rimuovere la Ricostruzione Unghie?

La rimozione della ricostruzione unghie viene eseguita per eliminare del tutto la ricostruzione a gel quando ha ormai iniziato a deteriorarsi oppure nel momento in cui una delle unghie si è spezzata o si vuole applicare una nuova ricostruzione.

È molto importante che l’eliminazione della ricostruzione unghie venga eseguita in modo accurato e competente, per questo motivo è bene affidarsi a mani esperte che prediligono l’utilizzo di ottimi strumenti e accessori, sia se si tratta di un metodo fai da te che di un centro estetico.


Come Rimuovere la Ricostruzione Unghie?

Come rimuovere la ricostruzione unghie?

Eliminare la ricostruzione unghie significa rimuovere parzialmente o totalmente il gel che è stato applicato sulle unghie.
Bisogna pertanto togliere lo strato di gel che è stato fissato sulle unghie mediante la lampada a raggi UV: per fare questo è possibile optare per vari metodi che consistono nell’utilizzo di lime manuali o elettriche, fresa o abrasione meccanica.


rimozione unghie gel


Come Rimuovere la Ricostruzione Unghie?


rimozione acrilico unghie

In altri casi la rimozione può essere eseguita chimicamente, immergendo semplicemente le dita nell’acetone.
Tale rimozione deve essere eseguita da un’onicotecnica o professionista del settore, che con le giuste abilità può riuscire a rimuovere il gel senza correre il rischio di danneggiare la struttura dell’unghia.
L’ambiente in cui si effettua questa procedura deve inoltre essere sterile per salvaguardare la salute della cliente e dell’estetista.

Come rimuovere la ricostruzione unghie con lima manuale

Per questo metodo occorre munirsi di una lima dalla grana 100/150 e rimuovere lo strato superficiale della ricostruzione effettuando dei movimenti delicati, dopodiché con una lima dalla grana più sottile (180/200) eliminare i residui di gel che persistono sulla superficie dell’unghia naturale senza deteriorarla.


rimozione gel unghie

La rimozione della ricostruzione unghie causa la formazione di polvere: per rimuovere i residui basterà utilizzare una spazzolina apposita per unghie.

Meglio Ricostruzione Unghie Acrilico o Gel

Meglio Ricostruzione Unghie Acrilico o Gel?

Una delle domande più frequenti del mondo nail beauty è “meglio ricostruzione unghie acrilico o gel?“: in giro sul web sono moltissime le discussioni su forum o blog che trattano l’argomento, cercando di illustrare al meglio i PRO e i CONTRO di entrambe le tecniche.

Acrilico e Gel Pericolosi?
Tante anche le fake news che hanno spesso alzato polveroni riguardo la pericolosità delle due tecniche, che alla fine risultano essere solo differenti tra loro ma completamente sicure per le nostre unghie.

unghie gel


acrilico unghie

La Ricostruzione Unghie: Cos’è?

La ricostruzione unghie è la tecnica che permette l’allungamento artificiale delle unghie. Si tratta di un’operazione effettuata direttamente sull’unghia e viene usata principalmente sulle persone che trovano difficoltà a farle crescere spontaneamente.
La ricostruzione unghie può essere effettuata attraverso due tecniche: in gel e in acrilico.

  • Ma quali sono le differenze?
  • Quale delle due tecniche è migliore?

La risposta è semplice: si tratta di due tecniche diverse, con rispettivi pro e contro. La scelta dell’una piuttosto che dell’altra dovrebbe essere legata esclusivamente alla manualità che si ha con le ricostruzioni e al tipo di unghie da trattare.

Ricostruzione Unghie con l’Acrilico

Questo tipo di ricostruzione si basa sull’uso dell’acrilico, formato da un polimero in polvere e uno liquido, il monomero. Insieme formano un composto che viene applicato direttamente sull’unghia per essere modellato.
La ricostruzione in acrilico ha tempi di “catalizzazione” piuttosto rapidi e rende le unghie più resistenti. Questa caratteristica la rende particolarmente indicata per chi soffre di onicofagia o, per lavoro, usa tanto le mani. Il numero di prodotti e pennelli da utilizzare è piuttosto contenuto, anche in caso di decorazioni, e non è una tecnica dolorosa.

Ricostruzione in Gel

A differenza della ricostruzione unghie con l’acrilico, quella in gel è inodore. È facile da applicare e da modellare anche per chi non è esperto nel settore.

Questo la rende la tecnica più indicata per i principianti, che riescono a modellare l’unghia finché il gel non viene catalizzato dalla lampada.
Essendo il gel, rispetto all’acrilico, più morbido, molte persone lo trovano più leggero e confortevole, oltre che più naturale e pratico.


Meglio Ricostruzione Unghie Acrilico o Gel?

Il prodotto da applicare sull’unghia, inoltre, è già pronto, mentre l’acrilico va preparato misurando la giusta quantità di polvere e monomero. Il dosaggio adeguato, tra l’altro, si acquisisce soltanto dopo un uso prolungato del prodotto.

Meglio Ricostruzione Unghie Acrilico o Gel?

Le due tecniche, alla luce di quanto considerato, si equivalgono, almeno in termini di resa estetica.
La differenza è data soltanto dalla manualità, dal rapporto personale con le ricostruzioni, dalle reazioni rispetto a cattivi odori e manicure più spesse, dal tempo che si ha a disposizione.

Vantaggi della Lima in Vetro per Unghie

Vantaggi della Lima in Vetro per Unghie

Lima in Vetro per Unghie

Quali sono i vantaggi della lima in vetro per unghie? Una beauty routine che sia degna di questo nome non può non includere l’ormai imprescindibile cura delle unghie. Avere delle mani sempre al top è l’imperativo categorico per ogni donna attenta al suo look, ragion per cui la manicure è importante tanto quanto un qualunque altro trattamento estetico che sia finalizzato ad esaltare la naturale bellezza del genere femminile. Affidare le proprie mani ad un vero professionista del settore è tuttavia fondamentale se davvero si desidera sfoggiare una nail art degna di una star.

L'importanza di una nail art effettuata ad arte

Per quanto possa essere creativo e variegato il meraviglioso mondo della nail art, ogni singolo passaggio deve rispettare dei criteri ben precisi. Tutto, dalla limatura all’applicazione del gel, dall’asciugatura al finish, dev’essere effettuato in maniera impeccabile affinché il risultato sia all’altezza delle aspettative.

Igienica, longeva e sicura: le tre qualità della lima in vetro per unghie

lima in vetroGli strumenti e i pennelli devono essere di qualità eccellente, pena un’impacciatissima nail art che nulla ha a che vedere con le splendide foto che siamo soliti cercare su Pinterest. E lo sa bene l’estetista Simona Stallone, sempre attenta a fornire un servizio a cinque stelle ai suoi clienti adoperando solo ed esclusivamente materiali di prim’ordine. Come la lima in vetro per unghie, uno strumento la cui valenza è erroneamente sottovalutata e ancora poco nota.

Vantaggi della Lima in Vetro per Unghie

C’è una ragion ben precisa se nel suo centro estetico di Roma si utilizza solo questo genere di lima: il fatto che sia in vetro è innanzitutto garanzia di affidabilità, se si considera che questo materiale non danneggia in alcun modo l’unghia ma, al contrario, la salvaguarda.
Ma la lima in vetro ha un altro vantaggio ancora sul quale vale la pena soffermarsi: si può lavare ed è dunque estremamente igienica, requisito fondamentale per ogni arnese che si usa presso un centro estetico che si rispetti. A differenza di quelle comuni, questo genere di lima è inoltre destinato a durare a vita: se ben tenuta, la sua superficie levigante non si logora mai.
Scopri la Nuova Moda delle Unghie a Ballerina

Scopri la Nuova Moda delle Unghie a Ballerina

I trend riguardanti forme delle unghie, colore degli smalti e tecniche di ricostruzione sono in continua evoluzione e cambiamento: la moda delle unghie, in genere, segue il filone generale degli stili più “IN” del momento, andando di pari passo con i fashion trend.
Ad oggi sono infinite le possibilità e i mix possibili da affiancare per creare il nostro stile personale. Per questa ragione bisogna sempre rimanere aggiornate: scopri la nuova moda delle unghie a ballerina!

Unghie a Ballerina:Il trend del momento

Le unghie a ballerina, conosciute negli States come “Coffin Shaped Nails“, stanno letteralmente spopolando tra le giovani ragazze di tutto il mondo.

Molto varia la gamma di colori adatti all’applicazione su queste unghie dalla forma particolare, risultando un’ottima scelta sia per l’estate (con colori fluo o decorazioni floreali) sia per la stagione invernale (con tonalità più scure o nail art natalizie).


ricostruzione unghie a ballerina

  • Come limare le unghie a ballerina?

Riuscire ad imparare come dare la forma “a ballerina” alle nostre unghie è un compito decisamente destinato alle professioniste del settore: per la maggior parte dei lavori di nail care è consigliato rivolgersi ad una nail artist o onicotecnica esperta, piuttosto che lanciarci nel fai-da-te.

Fidati solo di professioniste certificate ed esperte!

Immagini Unghie:Guarda la Gallery!