Al mondo di oggi esistono moltissime possibilità, tra tecniche, prodotti e materiali, per effettuare una ricostruzione delle unghie di qualità. Una ricostruzione che duri tanto, non si danneggi frequentemente e possa servire alla persona per molto tempo, dipende però anche dall’abilità dell’esperto che effettuerà l’applicazione delle tips. Questo è il motivo principale per cui bisogna sempre rivolgersi a specialisti del settore in grado di effettuare un intervento preciso e mirato, senza conseguenze per le unghie e per la salute umana.

Come avviene la ricostruzione delle unghie con le tips?

Il metodo delle tips prevede la ricostruzione delle unghie utilizzando delle forme pronte di varie misure. Queste generalmente sono fabbricate appositamente per potersi adattare a ogni tipo di dito. Partendo quindi dal mignolo, passando per il dito anulare e terminando con il grande dito, in un kit delle tips si possono trovare misure prefabbricate apposite.

Queste “protesi per le unghie” (come altresì vengono chiamate), possono essere trovate nel commercio in colorazioni, forme e dimensioni differenti. Nel mercato delle tips esiste una grandissima varietà di colori e modelli, tanto che spesso l’unico imbarazzo che spesso si ha, è quello della scelta. E’ infatti possibile acquistare le tips dal colore naturale, per dare la sensazione di unghie naturali; ma è anche possibile scegliere quelle trasparenti, anziché quelle di un colore intenso.

Essendo utilizzate con molta cura danno spesso risultati estetici straordinari: le protesi sono precise, durature, sembrano essere del tutto naturali e non danno dislivelli tra l’unghia e l’applicazione. Inoltre, la ricostruzione delle unghie con tip può essere effettuata sia utilizzando il famoso metodo a gel, sia a quello a base di acrilico.

Generalmente le tips sono scelte dal cliente, anche se il professionista può suggerire l’utilizzo di alcune forme rispetto ad altre. E’ possibile acquistare queste protesi nei moltissimi negozi specializzati, sia sul web che non. Quasi sempre, insieme alla confezione delle tips, i negozi vendono anche delle colle per l’utilizzo delle protesi. Queste sono spesso di grande qualità e si può scegliere tra una vasta gamma di colle in base a quelle che sono le preferenze del cliente per quanto riguarda la durata, la qualità, il costo o altri fattori.

Come se non bastasse, sul mercato delle tips esistono anche un’enorme varietà di accessori. Questi aiutano la ricostruzione e sono di grande ausilio per ottenere delle forme finali perfette. Nella loro varietà sono fondamentali anche per la ricostruzione delle unghie dei piedi e per la conservazione delle tips nelle apposite scatolette.

Caratteristiche delle unghie ricostruite con le tips

Quello con le tips è il metodo più utilizzato per via della sua semplicità, economia, durata ed effetto. Non richiede grandissimi quantità di materiali o dei costi di applicazione troppo elevati. Rispetto ad altre tecniche simili, la tecnica con l’utilizzo delle tips consente una durata fino a 30 giorni.

Oltre ai moltissimi vantaggi, vi è però anche un sostanziale svantaggio. Questo riguarda l’applicazione della colla sullo strato ungueale. Qualora il processo venga fatto frequentemente, il letto ungueale sottostante al punto d’applicazione della tip si assottiglierà considerevolmente. Inoltre, venendo applicata sull’unghia, la protesi blocca completamente l’accesso dell’ossigeno allo strato sottostante, che così soffre d’ipossia.

Procedura di ricostruzione unghia con la tips

Dopo aver scelto le tips da applicare ci si deve rivolgere a un medico estetista. Questi passerà dunque alla breve operazione di ricostruzione delle unghie. All’inizio le mani della paziente vengono disinfettate utilizzando un materiale apposito. Quindi si scelgono le tip più adatte alla ricostruzione tra quelle disponibili. Si passa a incollarle sull’unghia, modellando la forma delle protesi perché non sia troppo grande e dia l’impressione di essere della larghezza e lunghezza naturali.

Qualora tra l’unghia e la tip vi sia un dislivello, il professionista lo eliminerà utilizzando un prodotto apposito. Si potrà quindi utilizzare anche il gel per le unghie, andando a polimerizzarlo in una lampada UV, oppure se ne potrà fare a meno in relazione ai desideri della cliente. Alla fine l’esperto utilizzerà l’olio per cuticole dando alle unghie una maggiore lucentezza. L’ultimo passo della ricostruzione consiste nel disinfettare nuovamente le mani.

Storia delle tips

La storia dell’utilizzo di queste protesi è relativamente recente e risale all’anno 1937, quando negli USA Harriet
Fliegenbaum inventò dei modelli molto simili alle tip attuali. Queste servivano principalmente per allungare le unghie, fornendo loro una maggiore lucentezza. Da li in poi un continuo aumento della popolarità di questo metodo: dalle attrici di Hollywood fino alle modelle, la moda consisteva di avere delle unghie colorate, lunghe e belle. Ne segue anche un continuo sviluppo di colle sempre migliori e accessori via-via più particolari, arrivando fino all’attualità, in cui le ricerche in questo campo continuano ogni giorno dando dei risultati brillanti.