trattamenti onicofagia

Trattamenti Onicofagia

L’onicofagia, anche chiamata “Sindrome del mangiarsi le unghie”, è il rosicchiarsi delle unghie tipico delle persone affette da comportamenti nervosi compulsivi, per stress, agitazione o noia, e comprende anche la suzione del pollice, strapparsi le pellicine e mordersi le labbra.

L’onicofagia è uno sfogo inconscio, una condizione di disagio, è un’abitudine che porta a delle conseguenze.

Onicofagia cause e conseguenze

Ricostruzione unghie in caso di onicofagia

Ricostruzione unghie in caso di onicofagia

Rosicchiarsi le unghie, soprattutto se fatto per ansia o agitazione, porta al 90% dei casi dolore e sanguinamento fino ad arrivare all’arrossamento del letto ungueale. Quando le cuticole vengono rimosse in modo improprio si arriva ad avere infezioni batteriche o virali come onicomicosi, paronichia e patereccio. Inoltre si portano alla bocca tutti i batteri presenti sotto le unghie e non tarderanno ad arrivare afte, herpes fino a patologie dentali.

Dal punto di vista sociale, una persona con unghie rosicchiate e non curate appare timida e insicura, con mancanza di autostima e difficoltà a gestire rabbia e ansia.

Onicofagia rimedi e cure

Tenere le unghie corte potrebbe essere una soluzione così come l’applicazione di uno smalto trasparente amaro ma nei casi di onicofagia grave spesso sono sistemi che non funzionano. Quindi cosa fare? La ricostruzione unghie per onicofagia grave in gel o acrilico è la soluzione migliore.

Onicofagia ricostruzione, perché sceglierla

Ricostruzione delle unghie con acrilico

Ricostruzione delle unghie con acrilico

 

Le unghie in gel o acrilico hanno maggiore resistenza agli urti e grazie alla loro durezza è difficile mangiarle. Grazie all’uso di tip o all’allungamento fatto con cartine o fibra di seta le vostre unghie appariranno sane e belle come se non fossero mai state mangiare prima d’ora. Hanno una durata di 3-4 settimane prima di dover ricorrere al ritocco per eliminare l’antiestetica ricrescita e in un paio di mesi le unghie riacquisteranno la forma e la lunghezza giusta per le vostre mani.

Ricordate che le mani sono il primo biglietto da visita di una persona e la ricostruzione vi permetterà di avere unghie curate, sane e impeccabili in qualsiasi occasione. Inoltre potrete sbizzarrirvi con i colori e le decorazioni in base alla vostra fantasia.

allungamento letto ungueale

allungamento letto ungueale

Il desiderio di ogni donna è quello di avere unghie sane e belle con un letto ungueale rosa e proporzionato al dito. Spesso, a causa di difformità per incidenti, colorazione non uniforme e letto ungueale molto corto per l’onicofagia, ci vergogniamo delle nostre mani tentando di nasconderle il più possibile. Quindi cosa possiamo fare? L’allungamento letto ungueale serve proprio a questo!

Allungamento letto ungueale: rimedi e consigli

allungamento letto ungueale

allungamento letto ungueale

Per prima cosa è indispensabile smettere di mangiarsi le unghie per aumentare il letto ungueale. Il rosicchiare le unghie tenderà ad accorciare il letto sempre di più fino ad averlo così corto da far sembrare le dita corte e tozze.

Poi sarà necessario smettere di usare le unghie come fossero utensili da cucina perciò basta sollevare etichette, raschiare la colla e aprire gli anelli dei portachiavi con le unghie! Questo movimento, oltre ad accorciare il tetto danneggia notevolmente le unghie rendendole deboli e fragili quindi si spezzeranno più facilmente.

Prendete con regolarità le vitamine giuste come l’acido folico, la vitamina H,A e C, che favoriscono la crescita dei capelli e delle unghie sane e forti. Non occorre per forza acquistare gli integratori ma basta assumerle attraverso una corretta alimentazione: via libera a cereali integrali, banane, funghi, salmone, formaggi, pesce ,soia e agrumi!

Allungamento letto ungueale con la ricostruzione

allungamento letto ungueale con camouflage acrilico

allungamento letto ungueale con camouflage acrilico

Il camouflage serve proprio a questo tipo di problema: allungare il letto ungueale artificialmente trasformando unghie deboli, tozze e con un letto corto e rigato in unghie sane, belle, naturali, affusolate ed eleganti.

Il colore andrà scelto in base al colore della pelle rendendolo il più naturale possibile.

 

Anche chi ha sempre avuto il vizio di rosicchiare le unghie potrà sfoggiare un letto sano e forte senza più vergognarsi!

come rimuovere ricostruzione unghie

Come Rimuovere la Ricostruzione Unghie?

La rimozione della ricostruzione unghie viene eseguita per eliminare del tutto la ricostruzione a gel quando ha ormai iniziato a deteriorarsi oppure nel momento in cui una delle unghie si è spezzata o si vuole applicare una nuova ricostruzione.

È molto importante che l’eliminazione della ricostruzione unghie venga eseguita in modo accurato e competente, per questo motivo è bene affidarsi a mani esperte che prediligono l’utilizzo di ottimi strumenti e accessori, sia se si tratta di un metodo fai da te che di un centro estetico.


Come Rimuovere la Ricostruzione Unghie?

Come rimuovere la ricostruzione unghie?

Eliminare la ricostruzione unghie significa rimuovere parzialmente o totalmente il gel che è stato applicato sulle unghie.
Bisogna pertanto togliere lo strato di gel che è stato fissato sulle unghie mediante la lampada a raggi UV: per fare questo è possibile optare per vari metodi che consistono nell’utilizzo di lime manuali o elettriche, fresa o abrasione meccanica.


rimozione unghie gel


Come Rimuovere la Ricostruzione Unghie?


rimozione acrilico unghie

In altri casi la rimozione può essere eseguita chimicamente, immergendo semplicemente le dita nell’acetone.
Tale rimozione deve essere eseguita da un’onicotecnica o professionista del settore, che con le giuste abilità può riuscire a rimuovere il gel senza correre il rischio di danneggiare la struttura dell’unghia.
L’ambiente in cui si effettua questa procedura deve inoltre essere sterile per salvaguardare la salute della cliente e dell’estetista.

Come rimuovere la ricostruzione unghie con lima manuale

Per questo metodo occorre munirsi di una lima dalla grana 100/150 e rimuovere lo strato superficiale della ricostruzione effettuando dei movimenti delicati, dopodiché con una lima dalla grana più sottile (180/200) eliminare i residui di gel che persistono sulla superficie dell’unghia naturale senza deteriorarla.


rimozione gel unghie

La rimozione della ricostruzione unghie causa la formazione di polvere: per rimuovere i residui basterà utilizzare una spazzolina apposita per unghie.

refill unghie

Refill Unghie

Refill unghie cos’è?

  • Nel mondo dell’estetica delle unghie si sente molto parlare di refill, ma cos’è?
Il refill è una tecnica di ritocco volta a riempire o ritoccare la ricrescita dell’unghia. Si tratta di un trattamento che deve essere eseguito dopo circa una ventina di giorni dalla ricostruzione unghie. Ciò risulterà necessario perché, man mano che l’unghia crescerà, la ricostruzione verrà spostata in avanti, rendendo l’unghia non eccezionalmente bella.
Il refill serve, quindi, proprio per riempire questa ricrescita. Può essere svolto sia su una ricostruzione in gel, sia su una ricostruzione in acrilico. I prezzi sono modici e il procedimento renderà l’unghia nuovamente bella e perfetta.
 

Predisporre l’unghia per il refill

  • Per prima cosa bisognerà sistemare la parte finale della ricostruzione, in modo tale da eliminare la curva. Il tutto verrà svolto con una lima da 100 e con molta attenzione, altrimenti si potrebbe limare anche la ricrescita.
  •  In secondo luogo, quindi, si aggiusterà la lunghezza dell’unghia e si opacizzerà la ricrescita. Con uno spingi cuticole verranno indietreggiate le pellicine.
  • L’estetista Stallone effettuerà un trattamento fondamentale per disinfettare l’unghia.
  • A questo punto secondo la ricostruzione effettuata, si procederà in modo differente.

 

 Refill per ricostruzione in gel o in acrilico

Esaminiamo, ora, le modalità di applicazione del Refill nei due diversi casi, ovvero quando questo riguarderà la ricostruzione in gel o la ricostruzione in acrilico:

In questo primo caso, per prima cosa verrà steso il primer nella ricrescita, quindi il gel su tutta l’unghia, e si catalizzerà. Successivamente si stenderà un secondo strato di gel per ricreare la curvatura e, per ultimo, il gel del colore della ricostruzione. Si catalizzerà il tutto, si sgrasserà ed infine si passerà un olio per cuticole in modo da rendere le unghie più belle.
 – Refill Ricostruzione in Acrilico
In questo secondo caso i passaggi saranno minori: sarà sufficiente passare un costruttore in acrilico su tutta l’unghia, usando un colore molto chiaro. Infine si passerà l’acrilico del colore uguale a quello della ricostruzione. In questo modo si creerà di nuovo la curva a C.
Tenere le unghie sempre sistemate e pulite è un desiderio appartenente alla maggior parte delle donne. Grazie a Simona Stallone si possono avere unghie sempre perfette. Tramite il nostro sito potete leggere tutte le notizie riguardanti il procedimento e il mantenimento che l’estetista svolge sulle unghie.