Dry manicure o manicure russa

La dry manicure, nota anche con l’espressione ‘manicure russa‘, è una tecnica particolare per quanto riguarda la cura delle unghie, che, a differenza dei metodi più tradizionali, non comporta la messa in ammollo delle mani da trattare.
Il lavoro sul letto ungueale viene svolto per mezzo di particolari frese, in grado di rendere la superficie più idonea alla stesura di smalti in gel e semipermanenti, garantendo un risultato dalla durata di gran lunga superiore alla media.

Vantaggi della dry manicure

Una delle caratteristiche fondamentali dell’unghia è la sua porosità: mettere in ammollo le mani prima dell’applicazione di smalti di qualsiasi tipo significa permettere all’unghia di assorbire liquidi.
Di conseguenza, se non si procede ad una asciugatura pressoché perfetta della mano, si rischia di intrappolare tale umidità al di sotto dello strato di gel o smalto, con conseguente formazione di crepe e antiestetiche bollicine, che andrebbero a compromettere il risultato finale del lavoro, nonché la sua durata nel tempo.
Il vantaggio fondamentale della dry manicure è che si bypassa completamente lo step sopra indicato, poiché le cuticole, così come la totalità dell’unghia, vengono trattate con il solo ausilio di una fresa e di una giusta punta, adatta allo scopo.

Quando effettuare la dry manicure

La dry manicure può essere eseguita con risultati ottimali nei casi in cui sia richiesta la stesura di gel (come quelli per la ricostruzione) o smalti semipermanenti.Cos'è la dry manicure?
L’assenza di fasi per così dire ‘bagnate’ rende questa tecnica superiore anche a quella della express manicure.
In questo caso, vengono utilizzati prodotti a base di oli capaci di sciogliere le cuticole in eccesso. Le sostanze oleose, però, tendono ad infiltrarsi con più insistenza nella zona di stacco tra unghia e pelle, compromettendo in tal modo la giusta adesione degli smalti per manicure.
Sembra che l’unico metodo immediato e capace di ottima resa sia proprio quello della dry manicure.

Come eseguire la dry manicure a casa

Anche nella comodità di casa nostra, è possibile eseguire una perfetta dry manicure, con i dovuti accorgimenti.
Bisogna innanzitutto possedere una certa manualità, poiché lo strumento fondamentale che andremo ad usare sarà la fresa.
Questa, se usata in maniera troppo vigorosa, può arrecare gravissimi danni alla matrice ungueale, compromettendo a vita la regolare ricrescita dei nuovi strati di materia.
Per evitare di commettere passi falsi, è necessario munirci della giusta punta di fresa.
Le migliori punte per la dry manicure sono quelle diamantate: esse hanno la caratteristica di essere piuttosto robuste e, tuttavia, dotate di una grana non troppo aggressiva.
Un ulteriore vantaggio delle punte diamantate consiste nella convenienza a livello di prezzo, garantendo la possibilità di acquistare una gamma di misure davvero ampia.
Una volta scelta la giusta punta, si può procedere con la preparazione dell’unghia per i successivi trattamenti, eliminando il più possibile le cuticole per creare una superficie più ampia.
Infine, si perfeziona il tutto con una buona passata di buffer ed una lima per dare all’unghia la forma che più si preferisce.

L’igiene nella dry manicure

Di vitale importanza, prima e dopo il lavoro, è la sterilizzazione degli strumenti con i quali si esegue la dry manicure.
Ne consegue la necessità, nel caso in cui decidessimo di rivolgerci ad un salone di bellezza, di verificare con scrupolo le condizioni igieniche dei locali e dei materiali utilizzati.

.c-gallery-vc { margin-bottom: 0px; }