materiale per ricostruzione unghie

Conosci il Materiale per Ricostruzione Unghie?

La ricostruzione unghie è una pratica che necessita di un corso professionale, di esperienza manuale e di tutta una serie di strumenti e materiali senza i quali non è possibile eseguirla. Il materiale per ricostruzione unghie comprende alcuni pezzi indispensabili e sempre necessari, qualsiasi sia il tipo di onicotecnica scelto, mentre altri esclusivi per una tecnica specifica.
In particolare, si riconoscono gli strumenti da ricostruzione universali, quelli per la ricostruzione unghie in gel e quelli per la ricostruzione unghie in acrilico. Vediamo nel dettaglio quali sono.

Materiale da ricostruzione unghie di utilità universale

Quando si decide di avvicinarsi alla ricostruzione unghie bisogna anche sapere che tecnica scegliere e quali prodotti risultano necessari, ma indipendentemente dal tipo di ricostruzione, ci sono alcuni materiali che devono essere sempre presenti perché universalmente utili ed indispensabili.Foto di tips unghie

In questi materiali rientrano quelli che vengono usati per la preparazione dell’unghia, vale a dire:

  • il bastoncino spingi cuticole in legno d’arancio;
  • il taglia-cuticole;
  • l’olio per ammorbidire le cuticole;
  • il parallelepipedo ruvido per l’opacizzazione dell’unghia naturale;
  • lo spazzolino per rimuovere la polvere da limatura;
  • le lime, solitamente una a grana fine (100/120) e una a grana grossa (160/180);
  • le cartine per l’allungamento;
  • le tips;
  • la fresa elettrica con relative punte e dischetti.

Potremmo considerare di utilità universale anche gli smalti semipermanenti di vario colore, perché applicabili sia sull’unghia naturale che su qualsiasi tipo di ricostruzione unghie a mandorla (ad esempio). In questo caso, bisogna anche includere la lampada di polimerizzazione (UV o led) e il relativo soak-off specifico.

 

Vedi anche: Accessori per Ricostruzione Unghie

 

Materiale da ricostruzione unghie in gel

Per la ricostruzione gel sono necessari tutta una serie di prodotti e materiali che hanno la loro specifica funzione e utilità in ogni fase del lavoro. Innanzitutto sarà indispensabile procurarsi la lampada polimeralizzante UV o led, a seconda del tipo di gel usato, perché questo prodotto si solidifica solo dopo esposizione a queste lampade per 60/120 sec. Per la ricostruzione in gel si sfruttano pennelli con setole sintetiche di varia forma e dimensione, per adattarsi al tipo di stesura che si va a realizzare.
Quando si effettua una ricostruzione gel si può utilizzare un gel monofasico (utile per tutte le fasi di ricostruzione) oppure un gel costruttore (per creare la base), un gel builder (per creare il corpo dell’unghia e la curva C) e un gel fissante (per sigillare la ricostruzione).
Prima della stesura del gel, inoltre, è indispensabile l’applicazione del primer specifico per favorire l’adesione del prodotto alla base ungueale, ma anche per minimizzare il rischio di infezioni fungine. Anche in questo caso sarà necessario un liquido soak-off che sgrassi la superficie dell’unghia dall’eccesso di prodotto, rendendola lucida e levigata.

Materiale da ricostruzione unghie in acrilico

Una peculiarità della ricostruzione unghie in acrilico è quella di non avere la necessità di essere polimerizzata in lampada, per cui in questo caso non ci sarà bisogno nè di lampade UV, nè di quelle led.
Bisognerà invece procurarsi un pennello in setole di martora naturali, con il quale modellare la pallina di composto creato dal mescolamento di monomero e polimero.
Il materiale da ricostruzione acrilico prevede infatti che si disponga di un liquido monomero in cui intingere il pennello e di una polvere polimero in cui raccogliere il quantitativo sufficiente a creare una pasta della corretta consistenza.
Servirà anche un bicchierino in vetro in cui versare il monomero, e almeno tre varianti del polimero in base ai colori: rosa naturale per la base, bianco gesso per la lunetta del french e trasparente per la chiusura della ricostruzione.
Anche la ricostruzione in acrilico richiede un primer adatto per le stesse motivazioni di quella in gel e di una pinza necessaria ad effettuare la “pinzatura” nella fase di asciugatura all’aria del prodotto.

Ulteriori materiali da ricostruzione unghie

fresa unghieE’ bene sapere che acquisire la corretta manualità per una buona ricostruzione unghie non è affatto facile, per questo è sempre opportuno rivolgersi a professioniste del campo come Simona Stallone a Roma.

E’ indispensabile seguire quindi un corso ricostruzione unghie professionalizzante che insegni la pratica, permetta di esercitarsi su mani manichino e insegni i trucchi del mestiere, per esempio come evitare scollamenti, bolle d’aria, opacizzazioni, ingiallimenti, etc.

Per questo potrà tornare utile procurarsi inizialmente dei gel o degli acrilici a basso costo e una mano manichino su cui fare esperienza. Inoltre, data la grande quantità di polveri sollevata dalla limatura sia con le lime manuali che con la fresa, potrebbe essere un’ottima idea acquistare anche un aspiratore da posizionare sotto la mano su cui si sta lavorando.

Anche un telo da porre sul tavolo di lavoro e una mascherina per proteggere naso e bocca dalle polveri sottili non dovrebbero essere tralasciate, soprattutto se si eseguono ricostruzioni ricorrenti.

.c-gallery-vc { margin-bottom: 0px; }